Project Description

Corso di  specializzazione:
Selettività alimentare nel disturbo dello spettro autistico

Corso di specializzazione: Selettività alimentare nel disturbo dello spettro autistico

Per iscriversi è necessario inviare una mail a info@centroaita.it con modulo di iscrizione compilato e ricevuta di pagamento.
E’ possibile effettuare il pagamento tramite bonifico bancario
Beneficiario: Centro di Neuropsichiatria AITA
IBAN IT05B0200805031000104607737
Causale: iscrizione corso  specializzazione selettività alimentare nel nel disturbo dello spettro autistico
Costo: 230 euro – Iscrizione entro il 1 Settembre

  • Psicologi;
  • Educatori;
  • Pedagogisti;
  • Medici.
  • Nozioni teoriche sulla selettività alimentare: manifestazione e cause
  • Manifestazioni mediche associate alla selettività alimentare
  • Principi di gestione nutrizionale nella selettività alimentare
  • Pattern comportamentali associati alla selettività alimentare
  • Nozioni teoriche sulle strategie di intervento comportamentali: concetto di rinforzo e punizione,
    analisi funzionale, intervento sugli antecedenti e sulle conseguenze
  • Formazione sulle tecniche di provata efficacia nella gestione dei comportamenti problema relativi
    al momento del pasto.

Luigi Mazzone Neuropsichiatra Infantile, Università Tor Vergata, Centro Scientifico Aita
Claudia Giartosio, Psicologa, Centro Scientifico Aita

Modulo di iscrizione

Il momento del pasto rappresenta una fase importante della giornata, in cui avvengono la maggior parte delle interazioni familiari e degli scambi relazionali. Comportamenti disfunzionali nel momento del pasto e concernenti l’alimentazione determinano stress nell’intera famiglia e possono comportare complicazioni sul piano nutrizionale e di sviluppo per il bambino. Tra i comportamenti disfunzionali maggiormente descritti in letteratura scientifica, l’alimentazione selettiva rappresenta il più frequente. L’alimentazione selettiva viene definita come il comportamento di bambini che limitano la loro alimentazione ad una gamma ristretta di cibi preferiti, rifiutandosi di mangiare altri cibi conosciuti o di assaggiarne di nuovi. La selettività alimentare è stata riscontrata sia nella popolazione neurotipica che nei bambini con disturbi del neurosviluppo e rappresenta una fonte di stress e preoccupazione per i genitori. Il trattamento della selettività alimentare nel disturbo dello spettro autistico si avvale di protocolli di intervento di natura comportamentale e riveste un’importanza fondamentale nel percorso terapeutico dei bambini che ne soffrono. Obiettivo del seguente modulo è fornire informazioni teoriche e strumenti di applicazione pratici per il trattamento della selettività alimentare con bambini e adolescenti con autismo.

PER ISCRIZIONI E MAGGIORI INFORMAZIONI